MENU

Francia Sola Andata “chi ha paura del Front National?”

841
15
Francia Sola Andata è il viaggio di Francesco Altavilla, Gianluca Diurno e Stefano Galimberti per raccontare le ragioni che hanno spinto parte dell’elettorato francese verso la destra di Marine Le Pen.

Francesco, Gianluca e Stefano cercheranno di spiegare attraverso un video-reportage cosa accade in Francia, dagli attentati terroristici dello scorso novembre, all’ascesa del Front National, senza trascurare le proteste di queste ultime settimane contro la riforma del lavoro El Khomri.
Francia Sola Andata non è solo un progetto giornalistico, ma un viaggio da fare insieme a voi per scoprire dove sta andando il Paese che più di tutti sarà decisivo per il futuro dell’Europa.
Le elezioni francesi rappresentano un appuntamento importantissimo per il futuro dell’Europa. Negli ultimi anni, la Francia è diventata una sorta di laboratorio di alcune dinamiche e processi cruciali per tutta l’Europa: la crisi dell’immigrazione e la chiusura delle frontiere, la difficoltà della sinistra tradizionale a rappresentare gli interessi dei suoi elettori, e soprattutto il consolidarsi del Front National, partito populista anti-establishment, accreditato nei sondaggi come primo partito.

La globalizzazione, i cambiamenti del mondo del lavoro e la crisi economica hanno acuito le difficoltà di gran parte della popolazione, e sembra che la sinistra non sia stata in grado di rispondervi. Di conseguenza, i tradizionali elettori dei partiti del centrosinistra hanno reagito spostandosi agli estremi o verso nuove proposte politiche: verso i partiti più a sinistra, verso candidati che si dichiarano “oltre” la destra e la sinistra (Macron) oppure verso la destra populista (il Front National, appunto).

Ma con la crisi economica si sono acuiti anche i sentimenti anti-immigrati di una fascia sempre maggiore di popolazione, che vede i suoi diritti e i suoi privilegi erodersi. In più, il terrorismo di matrice islamica ha contribuito al rafforzamento dello stereotipo dell’immigrato – del “rifugiato” – come potenziale minaccia alla sicurezza. Di conseguenza, è cresciuto anche il sostegno a partiti, come il Front National, che fanno della difesa dell’identità della nazione una delle loro bandiere.

L’ascesa del Front National rappresenta dunque il sintomo delle difficoltà delle società post-industriali contemporanee, società in cui la tradizionale distinzione destra-sinistra si fa meno rilevante, a fronte di nuove distinzioni: quella tra società “aperta”, globalizzata e multiculturale e società “chiusa”, che guarda al passato, sembra essere la più adatta a spiegare lo scenario attuale.

Cecilia Biancalana

 

Fondazione Giangiacomo Feltrinelli

Per prendere parte al viaggio segui:
www.franciasolaandata.com